Palacongressi Rimini

Rimini è il nuovo avamposto del turismo congressuale italiano.

Si tratta di un segmento turistico di fondamentale importanza strategica per la città, che si affaccia sul panorama congressuale italiano con due strutture di eccellenza: Rimini Fiera e il Palacongressi di Rimini, inaugurato il 15/16 ottobre 2011.

Si tratta di strutture all’avanguardia capaci di convogliare elevati standard qualitativi, tecnologia di ultima generazione e personale qualificato in grado di gestire ogni evento con cura e professionalità.

Accanto a Rimini Fiera e Palacongressi, Rimini vanta anche una serie di altre strutture che possono ospitare all’occorrenza congressi, eventi, convegni e appuntamenti di diverso genere.

Tra questi, il Centro Congressi de Il Grand Hotel, il 105 Stadium e il Palasport Flaminio di Rimini, il Teatro E. Novelli e San Patrignano.

Rimini scommette sul settore congressuale come risorsa turistica ed economica di primo piano. Il suo successo in questo senso, però, non si deve solo alla presenza di molte valide strutture, quanto all’ospitalità e al senso di accoglienza della città. Caratteristiche che la rendono luogo ideale per ambientare eventi di successo.

STORIA DEL PALACONGRESSI DI RIMINI

I lavori per la costruzione del nuovo Palacongressi di Rimini sono iniziati nel 2007 e l’inaugurazione della struttura si è svolta ufficialmente il 15 e 16 ottobre 2011.

Il Palacongressi sorge sull’area occupata fino al 2001 dal vecchio quartiere fieristico di Rimini, inaugurato il 1° Dicembre 1968 e che sorge ora nella zona di Rimini Nord.

Nel Giugno 2007 è avvenuta l’assegnazione dei lavori per la costruzione della struttura, alla società Torno Internazionale spa e sono stati definiti i vari appalti seguendo l’iter formale. Il 27 Settembre 2007 si è svolta la Cerimonia per la posa della prima pietra, in presenza del Sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, del Presidente della Fiera Lorenzo Cagnoni, del Presidente della Camera di Commercio Manlio Maggioli, dell’allora vice Presidente del Consiglio dei Ministri On. Francesco Rutelli, del Presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, del Presidente della Provincia di Rimini Ferdinando Fabbri, dell’Architetto Volkin Marg dello Studio GMP di Hamburg, ideatore del progetto del nuovo Palacongressi di Rimini. Monsignor Francesco Lambiasi, Vescovo della Diocesi di Rimini ha benedetto la prima pietra, opera dello scultore riminese Giò Urbinati.

Il Palacongressi di Rimini, con le sue 42 sale e una capienza complessiva di oltre 9300 persone, è tra i più grandi palazzi dei congressi europei. Una struttura unica nel suo genere, il cui progetto è stato affidato all’architetto Volkwin Marg-Studio GMP di Amburgo, che si è avvalso anche della consulenza dell’architetto Andreas Kipar dello Studio Land di Milano per quanto riguarda la riqualificazione delle aree verdi in cui sorge tutto il quartiere. I responsabili assicurano il massimo rispetto delle aree naturali della città e sensibilità per il l’ambiente: il parco dell’Ausa è stato rivalutato come collegamento naturale fino al mare, anche grazie all’aggiunta di piste ciclabili e percorsi pedonali.

I lavori sono stati ultimati con un costo complessivo che si aggira intorno ai 111 milioni di euro. Da Gennaio ad Aprile 2009 è stato interrotto il traffico per consentire la realizzazione del sottopasso di collegamento per parcheggi sotterranei (in totale circa 1000 posti auto) e l’Auditorium della Musica. E’ stato realizzato anche un ponte ed un sottopasso ciclo-pedonale che collega i due parchi verdi della città da cui è possibile raggiungere sia il centro storico di Rimini sia il mare.

Proprietaria dell’immobile è la Società del Palazzo dei Congressi di Rimini controllata da Rimini Fiera e con la partecipazione di soci pubblici: Provincia di Rimini, Comune di Rimini, Camera di Commercio di Rimini e Associazione Albergatori. La gestione della promozione, commercializzazione di tutta l’attività congressuale del Palacongressi di Rimini è affidata a Convention Bureau della Riviera di Rimini (Gruppo Rimini Fiera).

INAUGURAZIONE DEL PALACONGRESSI DI RIMINI

Si è svolta sabato 15 e domenica 16 ottobre 2011 l’inaugurazione ufficiale del nuovo Palacongressi di Rimini.

Come da programma, sabato è stata la giornata dedicata alle autorità, con il taglio del nastro da parte del Ministro al Turismo Michela Brambilla, la benedizione della struttura da parte del Vescovo di Rimini Mons. Francesco Lambiasi e gli interventi delle istituzioni. La giornata, iniziata alle 17.00 e presentata dalla giornalista americana Kay Rush, è proseguita con la cena formale per tutti gli invitati e un meraviglioso spettacolo di fuochi artificiali nella zona esterna del Palacongressi.

Per l’occasione sono state chiuse le strade afferenti al Palas, per dare modo ai cittadini di accedere alla zona antistante e assistere allo spettacolo. Spettacolo di grande suggestione, assicurano i presenti, che hanno visto i fuochi partire da tre diverse postazioni e accompagnati da musiche di grande effetto. Diverse migliaia i cittadini che hanno assistito allo spettacolo, salutato alla fine da copiosi applausi.

Domenica 16, invece, le porte del Palacongressi si sono aperte alle 11.00 per accogliere quanti hanno voluto visitare il Palacongressi. La visita si è svolta con ordine sebbene l’afflusso dei cittadini al Palacongressi sia stato alto e costante per tutta la giornata, tanto che il capiente parcheggio sotterraneo nel pomeriggio è andato esaurito. Le visite sono state libere e non guidate, come sembrava dovesse essere in un primo momento. Tra i corridoi del Palacongressi si sono riversate tantissime persone tra giovani, anziani e famiglie, curiose di esplorare ogni sala. Ad accompagnare il tour, i visitatori hanno trovato in diversi punti della struttura, animazioni e momenti di spettacolo: nel foyer l’esibizione di un’acrobata, in una sala la proiezione de “La Dolce Vita” di Fellini, nell’auditorium il concerto dell’Istituto Musicale Lettimi.

Gran finale, la parata felliniana che univa idealmente l’inaugurazione del Palacongressi alla concomitante festa del Borgo San’Andrea, nel piazzale davanti alla grande conciglia, elegante simbolo di questo Palacongressi.

SERVIZI E STRUTTURA DEL PALACONGRESSI DI RIMINI

LA STRUTTURA

Il Palacongressi di Rimini, si estende su un’area di 38 mila mq, corrispondenti all’estensione della vecchia fiera di Rimini.

Il progetto, elaborato dall’architetto Volkwin Marg di GMP di Amburgo, comprende anche l’Auditorium della Musica, sull’altro lato di via della Fiera, anch’esso esteso su una superficie di 38 mila mq. La struttura risponde a logiche di rispetto ambientale e di riqualificazione e metterà in comunicazione il parco dell’Ausa con il mare.

Due gli elementi che lo contraddistinguono: la contemporaneità e il legame con il luogo. Da questi principi derivano la flessibilità e la funzionalità con cui sono stati pensati gli ambienti.

Proprio la flessibilità è una delle caratteristiche principali della struttura che, grazie alla modularità degli spazi congressuali ed espositivi, si presta ad ospitare più eventi contemporanei e a personalizzare al massimo le risorse disponibili sulla base delle proprie esigenze.

La struttura del Palacongressi si compone di due corpi principali collegati da un sistema di foyer e da tre ingressi.

Il primo corpo è costituito da 2 piani: il piano terra accoglie un grande foyer d’ingresso da 4000 mq nel quale è possibile organizzare eventi; il piano superiore è costituito dalla conchiglia-anfiteatro con 1600 posti e divisibile in 2 sale da 800 sedute ciascuna. Protesa verso il mare e sostenuta da pilastri di acciaio, la conchiglia ospita l’auditorium e costituisce il tratto distintivo dell’identità del nuovo Palacongressi. Secondo il progetto di Marg, sarà interamente rivestita in vetro opaco, ad eccezione delle vetrate degli ingressi e dei lucernari, trasparenti per favorire un’illuminazione naturale.

Il secondo corpo, collegato all’altro tramite foyer, contiene la sala principale, che ospita 4700 posti. Si tratta di una sala altamente flessibile, in grado di suddividersi tramite pareti mobili, in 8 sale autonome. Al piano terra, sono presenti inoltre altre 2 sale modulabili, una da 600 e l’altra da 450 posti, ciascuna divisibile in 2, oltre a una sala da 300 posti e 3 breackout rooms. Al primo piano, troviamo una sala da 300 posti, 6 breackout rooms da 30 posti, 12 sale con posti da 40 a 120 per una capienza complessiva di 1500 sedute.

Complessivamente, dunque, il Palacongressi di Rimini si compone di 42 sale e può ospitare fino a 9300 sedute, di cui 4700 solo nella sala principale.

Una particolarità: le sale recano i nomi dei luoghi più significativi della città, ad indicare una continuità con la tradizione riminese e un’appartenenza architettonica al territorio: Sala della Piazza, Sala del Castello, del Tempio, dell’Arco, dell’Anfiteatro, dell’Arengo, del Porto, del Ponte, etc. Sempre all’interno della struttura, trovano spazio aree ristoro, servizi e gli uffici di Convention Bureau della Riviera di Rimini.

Fin dalla fase di progettazione, il Palacongressi è stato dotato di alcune eccellenze strutturali, veri punti di forza tecnici e tecnologici. Tra questi, ad esempio, troviamo arredi e tecnologie mobili e dotate di sistemi di posizionamento, messa in sicurezza e stoccaggio rapidi, possibilità di accesso fino al palco per bilici, reticolo a soffitto con punti di aggancio per tecnologie e scenografie, sistema di interconnessione a maglia che permette la trasmissione dei segnali da ogni sala a qualunque spazio, cabine per la traduzione simultanea con doppio monitor, spazi suddivisi da muri isolanti per permettere lo svolgimento in contemporanea di eventi anche molto diversi tra loro.

I SERVIZI

Il Palacongressi è costituito da un unico sistema di impianti e regie che sfruttano le più moderne tecnologie digitali. Tutte le sale sono dotate di:

Schermi monitorizzati
Radio microfoni
Podio e presidenza con monitor, video PC e microfoni
Traduzione simultanea a raggi infrarossi
Rete in fibra ottica
Teleconferenza
Regie audio video illuminotecnica
Telecamere professionali monitorizzate
Videoproiettori ad alta luminosità
Linee HDSL
Internet Wi-fi
Impianto luci dimmerabili per palchi
Appendimenti a soffitto per tecnologie aggiuntive nelle sale principali
Catering interno

Oltre ai servizi prettamente congressuali, saranno a disposizione degli ospiti diverse professionalità utili: fotografi, elettricisti, tecnici audio/ video/ luci, allestimenti personalizzati, servizio di sicurezza e vigilanza, hostess, steward ed interpreti.
Ogni luogo è attrezzabile per occasioni di ristoro grazie a una copertura capillare degli impianti di servizio e delle aree cucina.
A disposizione, inoltre, ufficio postale, banca, business centre, press room, segreteria, vigili del fuoco, posto di primo soccorso, bar, tabacchi e 500 posti auto sotterranei. All’interno dell’area, sarà presente anche un terminal per 10 bus.

COME ARRIVARE

Palacongressi di Rimini
Via della Fiera 23
47923 Rimini (RN) Italy
tel 0541 711500
fax 0541 711505
mail info@riminipalacongressi.it

IN AEREO

Dall’aeroporto di Rimini San Marino F. Fellini
L’aeroporto dista circa 10 minuti in auto dal Palacongressi.
Prendere via Flaminia in direzione Rimini, svoltare a destra in via della Fiera.
Con i mezzi pubblici: linea 9 fino a stazione FS (corse ogni 30 minuti), poi prendere linea n.7 fino al Palacongressi.

Dall’aeroporto Ridolfi di Forlì
Dista circa 45 minuti.
Prendere autostrada A14 fino uscita Rimini sud. Dal casello prendere in direzione Rimini, svoltare a sinistra sulla SS 16 in direzione Ravenna, poi a destra in via della Fiera.

Dall’aeroporto G. Marconi di Bologna
Dista circa 1 ora e 15.
Prendere l’autostrada A14 in direzione Ancona, uscita al casello di Rimini sud.

Dall’aeroporto R. Sanzio Ancona Falconara
Dista circa 1 ora.
Prendere l’autostrada A14 in direzione Bologna, uscire al casello di Rimini sud. Seguire le indicazioni per Ravenna, svoltare in via della Fiera.

IN AUTO

Rimini è collegata a Bologna e Milano a nord e Bari a sud grazie all’autostrada A14. Uscire al casello di Rimini sud, procedere in direzione Rimini, svoltare a sinistra sulla SS16 e procedere 1 km circa prima di svoltare a destra in via della Fiera.

IN TRENO

Rimini è collegata alla rete ferroviaria nazionale (per informazioni su orari e percorsi, consultare il sito www.trenitalia.it). Di fronte alla stazione FS Rimini centrale, si trova la stazione taxi e il terminal di 22 linee di bus urbani. Per raggiungere il Palacongressi, prendere il bus n. 7: il biglietto costa 1 euro e ha validità 90 minuti. La biglietteria si trova proprio di fronte alla stazione.
La stazione FS dista dal Palacongressi circa 30 minuti a piedi.

X