60 anni portati con naturalezza: La Fiera di Rimini

Rimini da molti anni a questa parte, oltre ad essere la regina dell’estate per moltissimi, è anche una meta preferenziale per l’organizzazione di eventi congressuali e fiere prestigiose, grazie proprio alla sua invidiabile ricettività, fatta di strutture attrezzate ed efficienti come i numerosi hotel e residence.

Con soggiorni studiati per rendere facile e piacevole la visita alle diverse aree fieristiche, le strutture ricettive a Rimini vi daranno tutto quello di cui avete bisogno tra una conferenza e l’altra, tra un vernissage e l’altro, tra una esposizione e l’altra.

Storia di Rimini Fiera

Una storia lunga più di 50 anni, quella della Fiera di Rimini, che ha inciso sullo sviluppo della città mutandone il volto.

Era da poco terminato il secondo conflitto mondiale ed alcuni albergatori lungimiranti pensarono di affiancare alla normale ricettività turistica che andava espandendosi lungo la costa, l’organizzazione di fiere ed eventi che permettessero quella che oggi chiameremmo una “destagionalizzazione” del turismo. Così nel 1949 fu organizzato il primo evento, la “Fiera internazionale della produzione e della tecnica turistico-alberghiera” organizzata dall’Associazione Albergatori e inaugurata il 10 Luglio di quell’anno presso il Grand Hotel di Rimini. Nel giro di un triennio di attività la sede del Grand Hotel risultò troppo piccola per accogliere il gran numero di espositori e visitatori: nel 1952 il Grand Hotel ospitò 250 ditte italiane e straniere ed oltre 150 mila visitatori. A causa di questa grande affluenza si decise di spostare la Fiera a Forlì, in attesa di costruire a Rimini una sede adeguata.

L’anno decisivo in questo senso fu il 1968. Il 1 Dicembre fu inaugurato il nuovo complesso con sede stabile a cura dell’Ente Autonomo Fiera grazie all’assidua opera del Presidente Sisto Neri e del Sindaco Walter Ceccaroni che credevano fortemente nell’impresa. I quattro padiglioni vennero eretti nei terreni circostanti la via Monte Titano. L’area coperta era di 16.800 mq e la spesa sostenuta fu di 509 milioni di lire.

L’inaugurazione avvenne durante la 18° edizione del “Salone Internazionale della produzione e della tecnica alberghiero-turistica”, che nel 1971 sarebbe stata divisa in due dando vita alla “Mostra dell’attrezzatura alberghiera” e alla “Mostra Mercato Internazionale dell’alimentazione alberghiera”

Negli anni successivi l’organizzazione della Fiera collezionò una serie di eventi di successo ed il numero di manifestazioni crebbe ogni anno. Nel 1977 se ne tennero 5: Mostra dell’Attrezzatura, Expo, Detergo, Alimentazione e Tecnargilla. L’andamento positivo delle manifestazioni è continuato nel corso degli anni e finalmente il grande progetto di business space ha trovato la sua realizzazione nel Gennaio 2001 con la creazione di Rimini Fiera.

Il grande quartiere fieristico è stato progettato dalla GMP di Amburgo (Von Gerkan, Marg und Partners) che ha vinto nel 1996 la gara europea di appalto indetta dall’Ente Fiera. Questo Studio di Architettura ha conquistato notevole notorietà grazie a diversi progetti internazionali: a Luchao (Shangai), ha realizzato grandi infrastrutture come gli aeroporti di Berlin, Stuttgart, Hamburg e complessi fieristici di Lipsia, Hannover e Duesseldorf, per citare i principali. Lo stesso Studio ha progettato il nuovo Palacongressi di Rimini

Il Gruppo Rimini Fiera è composto dal capogruppo Rimini Fiera Spa che cura l’organizzazione delle manifestazioni e si compone di Fiera Servizi, TTG Italia (riviste, fiere ed eventi del settore turistico), Convention Bureau della Riviera di Rimini che cura la promozione e commercializzazione del Palacongressi della Riviera di Rimini (pronto nell’autunno 2009), Promospazio per gli allestimenti fieristici, Summertrade per il settore catering e ristorazione, Prime Servizi per i servizi alla collettività (igiene, giardinaggio…) Exmedia (Borsa internazionale del sistema congressuale) Expoglobe e Exhi.co, Gelato Expo LLC, joint venture con Frozen Dessert Expo Inc che ha sede in Florida ed organizza l’edizione americana di Sigep USA. Ci sono inoltre società collegate e partecipate fra cui: Fairsystem, in partnership con Bologna Fiere, Aeradria, società dell’Aeroporto di Rimini, Unirimini, società consortile per la gestione del polo universitario di Rimini, la Società Palazzo dei Congressi per la realizzazione del nuovo Palacongressi di Rimini.

Attualità della Fiera di Rimini

Andiamo a scoprire la realtà attuale della Fiera di Rimini, giustamente conosciuta a livello nazionale e internazionale per la sua organizzazione impeccabile di eventi eccezionali da circa 60 anni.

Il nuovo quartiere fieristico di Rimini nasce nel 2001 e sorge a nord della città.

E adesso diamo i numeri! No, non siamo impazziti, vogliamo solo darvi la dimensione di questo nuovo quartiere fieristico: 11.000 sono i posti auto attrezzati a camper service, 16 sono i padiglioni, 20 le sale convegni, 10 punti ristorazione, tre sono sale stampa, 3 i free flow, 2 i ristoranti e un centro per gli operatori.
Esso copre su una superficie di 460 mila metri quadri, di cui 160 mila di aree verdi ed è organizzato su un unico livello, ed interamente cablato; inoltre vanta una stazione ferroviaria interna sulla linea Milano-Bari e un’elisuperficie che permette atterraggio e decollo di elicotteri privati.
Potete anche prenotare gli elitaxi da e per la Fiera oppure un jet privato sino all’aeroporto di Rimini!

Tre sono i diversi ingressi, collegati da bus navetta che servono i maggiori hotel nonché l’aereoporto e la stazione.
Essi permettono così lo svolgersi contemporaneamente di più manifestazioni allo stesso momento. Numerosi bar, punti ristoro e 2 ristoranti sono distribuiti lungo tutta la superficie della Fiera di Rimini.

Il Palacongressi di Rimini

Il Palacongressi di Rimini è situato nella zona della “vecchia Fiera” e ha invece una capienza complessiva di 9300 posti, un’area servizi, ristoranti e centri di ristoro con un sistema di parcheggi interrati con 1.000 posti.

X